menu Menu
Francesco Brusa
Francesco Brusa

Giornalista e corrispondente, scrive di teatro per Altre Velocità e segue il progetto Planetarium - Osservatorio sul teatro e le nuove generazioni. Collabora inoltre con il think tank Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa, occupandosi di reportage relativi all'area est-europea.

Articoli più recenti Articoli meno recenti
Chroma Keys di Motus. Una crepa nel verde

Osservare, se così si può dire, il carattere di artificiosità dell’immagine reale, il suo grado di concreta trasfigurazione nell’atto stesso del trasfigurarsi. Chroma Keys dei Motus, coerentemente con alcune linee dei loro ultimi lavori, scompone e spezzetta la visione su più livelli, dentro un apparato scenico stratificato ma – immerso in un verde neutro e […]

di Francesco Brusa pubblicato in Recensioni il 28 Ottobre 2019 4 minuti di lettura Leggi l'articolo »
Idee di vita e di diversità: Panorama di Motus

Osservare il mondo a partire dal suo rumore di fondo: le città come insiemi di voci che si sovrastano, i passaggi di generazioni a risolversi in scie sonore, il teatro che si fa dunque cassa di risonanza per un sussurro tribale, un urlo biografico e insieme politico. Ci sembra di aver visto la scena altre […]

di Francesco Brusa pubblicato in Recensioni il 12 Febbraio 2019 2 minuti di lettura Leggi l'articolo »
Kudoku. Ipotesi di cura e di rivolta

Quando John Coltrane registra nel 1965 il suo album Ascension, è in qualche modo già morto. Il lavoro precedente, A Love Supreme, aveva decretato la notorietà del sassofonista statunitense in una maniera così perentoria, che sembrava semplicemente “illogico” poter subire ricadute o raggiungere picchi ulteriori. Ma era anche l’uomo Coltrane, se vogliamo, a vivere in […]

di Francesco Brusa pubblicato in Recensioni il 16 Gennaio 2019 7 minuti di lettura Leggi l'articolo »
Tropicana: di cosa parla veramente una canzone?

Tropicana funziona. Per usare una terminologia che ritorna più volte in scena, Tropicana – lo spettacolo di Frigoproduzioni presentato a Castrovillari nel 2017 e riproposto recentemente anche al Festival 2030 – “funziona”. Scorre liscio su un’architettura drammaturgica sempre riconoscibile ma stratificata, alterna con sapiente dosaggio momenti di dirompente comicità a dialoghi surreali e stranianti, imbastisce […]

di Francesco Brusa pubblicato in Recensioni il 7 Gennaio 2019 20 minuti di lettura Leggi l'articolo »
Perciò continuiamo a muoverci. La “Trilogia Danco”

Vivono di una rabbiosa seduzione il teatro di Eleonora Danco, il suo modo di stare “nel” palco, la sua voce, il suo corpo. Nessuno ci guarda (2000) e Donna n.4 (2011), andati in scena al Teatro India in un “trittico retrospettivo” assieme a dEVERSIVO (2017), sono in effetti la prosecuzione dello stesso flusso espressivo, quasi due […]

di Francesco Brusa pubblicato in Recensioni il 8 Dicembre 2018 4 minuti di lettura Leggi l'articolo »
Dispacci dal vuoto #2: Intervista alle Avanguardie 2030

Dal 20 al 25 novembre 2018 si svolge a Bologna il Festival 20 30, il cui programma è costruito interamente da un gruppo di giovani under 30. Li abbiamo incontrati in questa breve intervista, a proposito di vuoto, catastrofe, generazioni e The André.  

di Francesco Brusa Ornella Giua Gianluca Poggi pubblicato in Interviste il 23 Novembre 2018 1 minuti di lettura Leggi l'articolo »
Dispacci dal vuoto #1: Ma che bel sogno!

Cosa c’è dietro un tormentone degli anni ’80 come Tropicana? Cosa si cela dietro un gruppo musicale diviso fra la ricerca del successo e la necessità di un messaggio? Partendo da questa domanda, la giovane compagnia Frigoproduzioni cerca di indagare, all’interno dello spettacolo Tropicana, proprio quali sono i meccanismi che animano (o alienano?) i nostri tempi […]

di Sofia Longhini Francesco Brusa Lorenzo Donati Ornella Giua pubblicato in Recensioni il 22 Novembre 2018 5 minuti di lettura Leggi l'articolo »
Di quale teatro abbiamo bisogno oggi?

Lo stato dell'arte #2

Nell’ambito del progetto “Lo stato dell’arte” di Cresco, al Troia Teatro Festival, Kinkaleri, Motus, Antonio Tagliarini e Michele Sinisi, assieme a Franco D’Ippolito in qualità di “testimone interessato”, hanno dato vita alla seconda tappa del progetto. Un complesso magma di spunti e suggestioni, di cui proviamo parzialmente a render conto qua sotto. Il crollo e la vertigine Forse, la traiettoria che conduce […]

di Francesco Brusa pubblicato in Approfondimenti il 25 Settembre 2018 23 minuti di lettura Leggi l'articolo »
Ómnira di Stella Aryadne Spirou. Una cartolina da Danza Urbana

Prova a trovare la falla nel sistema! Ómnira di Stella Aryadne Spirou corre costantemente sul filo del rasoio, è uno spettacolo che quasi non procede ma è come “si tenesse insieme”, raccolto e avviluppato in uno stato di tensione perpetua. Davanti a noi, cinque danzatrici: formano un triangolo, una schiera a file serrate e compatte […]

di Francesco Brusa pubblicato in Recensioni il 7 Settembre 2018 2 minuti di lettura Leggi l'articolo »
Lo sguardo in marcia al Festival delle Esperidi

Partendo dalle esperienze messe in atto dal Giardino delle Esperidi di Campsirago, una riflessione sulla dimensione teatrale e performativa atavica, ma ad oggi profondamente innovatrice.

A volte, quando si scopre un luogo, con meraviglia si dice: “Che splendido paesaggio, è un teatro naturale”. Stupore e attrattiva nei confronti della natura risvegliano nell’osservatore immagini dei trompe-l’œil teatrali della dinastia dei Bibiena, dei campi lunghi di certe produzioni cinematografiche, o ancora le acustiche incredibili di teatri ormai in rovina. Forte rimane un […]

di Francesco Brusa Camilla Fava pubblicato in Recensioni il 3 Agosto 2018 12 minuti di lettura Leggi l'articolo »

Articoli più recenti Articoli meno recenti

keyboard_arrow_up