menu Menu
Francesco Brusa
Francesco Brusa

Giornalista e corrispondente, scrive di teatro per Altre Velocità e segue il progetto Planetarium - Osservatorio sul teatro e le nuove generazioni. Collabora inoltre con il think tank Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa, occupandosi di reportage relativi all'area est-europea.

Articoli più recenti Articoli meno recenti
Idee di vita e di diversità: Panorama di Motus

Osservare il mondo a partire dal suo rumore di fondo: le città come insiemi di voci che si sovrastano, i passaggi di generazioni a risolversi in scie sonore, il teatro che si fa dunque cassa di risonanza per un sussurro tribale, un urlo biografico e insieme politico. Ci sembra di aver visto la scena altre […]

di Francesco Brusa pubblicato in Recensioni il 12 Febbraio 2019 2 minuti di lettura Leggi l'articolo »
Kudoku. Ipotesi di cura e di rivolta

Quando John Coltrane registra nel 1965 il suo album Ascension, è in qualche modo già morto. Il lavoro precedente, A Love Supreme, aveva decretato la notorietà del sassofonista statunitense in una maniera così perentoria, che sembrava semplicemente “illogico” poter subire ricadute o raggiungere picchi ulteriori. Ma era anche l’uomo Coltrane, se vogliamo, a vivere in […]

di Francesco Brusa pubblicato in Recensioni il 16 Gennaio 2019 7 minuti di lettura Leggi l'articolo »
Tropicana: di cosa parla veramente una canzone?

Tropicana funziona. Per usare una terminologia che ritorna più volte in scena, Tropicana – lo spettacolo di Frigoproduzioni presentato a Castrovillari nel 2017 e riproposto recentemente anche al Festival 2030 – “funziona”. Scorre liscio su un’architettura drammaturgica sempre riconoscibile ma stratificata, alterna con sapiente dosaggio momenti di dirompente comicità a dialoghi surreali e stranianti, imbastisce […]

di Francesco Brusa pubblicato in Recensioni il 7 Gennaio 2019 20 minuti di lettura Leggi l'articolo »
Perciò continuiamo a muoverci. La “Trilogia Danco”

Vivono di una rabbiosa seduzione il teatro di Eleonora Danco, il suo modo di stare “nel” palco, la sua voce, il suo corpo. Nessuno ci guarda (2000) e Donna n.4 (2011), andati in scena al Teatro India in un “trittico retrospettivo” assieme a dEVERSIVO (2017), sono in effetti la prosecuzione dello stesso flusso espressivo, quasi due […]

di Francesco Brusa pubblicato in Recensioni il 8 Dicembre 2018 4 minuti di lettura Leggi l'articolo »
Dispacci dal vuoto #2: Intervista alle Avanguardie 2030

Dal 20 al 25 novembre 2018 si svolge a Bologna il Festival 20 30, il cui programma è costruito interamente da un gruppo di giovani under 30. Li abbiamo incontrati in questa breve intervista, a proposito di vuoto, catastrofe, generazioni e The André.  

di Francesco Brusa Ornella Giua Gianluca Poggi pubblicato in Interviste il 23 Novembre 2018 1 minuti di lettura Leggi l'articolo »
Dispacci dal vuoto #1: Ma che bel sogno!

Cosa c’è dietro un tormentone degli anni ’80 come Tropicana? Cosa si cela dietro un gruppo musicale diviso fra la ricerca del successo e la necessità di un messaggio? Partendo da questa domanda, la giovane compagnia Frigoproduzioni cerca di indagare, all’interno dello spettacolo Tropicana, proprio quali sono i meccanismi che animano (o alienano?) i nostri tempi […]

di Sofia Longhini Francesco Brusa Lorenzo Donati Ornella Giua pubblicato in Recensioni il 22 Novembre 2018 5 minuti di lettura Leggi l'articolo »
Di quale teatro abbiamo bisogno oggi?

Lo stato dell'arte #2

Nell’ambito del progetto “Lo stato dell’arte” di Cresco, al Troia Teatro Festival, Kinkaleri, Motus, Antonio Tagliarini e Michele Sinisi, assieme a Franco D’Ippolito in qualità di “testimone interessato”, hanno dato vita alla seconda tappa del progetto. Un complesso magma di spunti e suggestioni, di cui proviamo parzialmente a render conto qua sotto. Il crollo e la vertigine Forse, la traiettoria che conduce […]

di Francesco Brusa pubblicato in Approfondimenti il 25 Settembre 2018 23 minuti di lettura Leggi l'articolo »
Ómnira di Stella Aryadne Spirou. Una cartolina da Danza Urbana

Prova a trovare la falla nel sistema! Ómnira di Stella Aryadne Spirou corre costantemente sul filo del rasoio, è uno spettacolo che quasi non procede ma è come “si tenesse insieme”, raccolto e avviluppato in uno stato di tensione perpetua. Davanti a noi, cinque danzatrici: formano un triangolo, una schiera a file serrate e compatte […]

di Francesco Brusa pubblicato in Recensioni il 7 Settembre 2018 2 minuti di lettura Leggi l'articolo »
Lo sguardo in marcia al Festival delle Esperidi

Partendo dalle esperienze messe in atto dal Giardino delle Esperidi di Campsirago, una riflessione sulla dimensione teatrale e performativa atavica, ma ad oggi profondamente innovatrice.

A volte, quando si scopre un luogo, con meraviglia si dice: “Che splendido paesaggio, è un teatro naturale”. Stupore e attrattiva nei confronti della natura risvegliano nell’osservatore immagini dei trompe-l’œil teatrali della dinastia dei Bibiena, dei campi lunghi di certe produzioni cinematografiche, o ancora le acustiche incredibili di teatri ormai in rovina. Forte rimane un […]

di Francesco Brusa Camilla Fava pubblicato in Recensioni il 3 Agosto 2018 12 minuti di lettura Leggi l'articolo »

Articoli più recenti Articoli meno recenti

keyboard_arrow_up