menu Menu
Overload di Sotterraneo: intervista a Daniele Villa
di Rodolfo Sacchettini pubblicato in Interviste il 7 Dicembre 2018 0 commenti 1 minuti di lettura
Perciò continuiamo a muoverci. La “Trilogia Danco” Articolo precedente Dispacci dal vuoto. Speciale Festival 2030 Articolo successivo

L’attenzione è una forma d’alienazione: il punto è saper scegliere in cosa alienarsi. Per questo sembriamo sempre tutti persi a cercare qualcosa, anche quando compiamo solo pochi gesti impercettibili attaccati a piccole bolle luminose e non si capisce chi ascolta e chi parla, chi lavora e chi si diverte, chi trova davvero qualcosa e chi è solo confuso.

Così si presenta Overload, nuovo spettacolo della compagnia Sotterraneo, una sorta di «ipertesto teatrale sull’ecologia dell’attenzione».

In vista delle repliche in programma oggi e domani al Teatro Cantiere Florida di Firenze, abbiamo intervistato il regista Daniele Villa.

Clicca sul player qui sotto per ascoltare l’audio, estratto dalla puntata odierna di “Luce di taglio” andata in onda su Rete Toscana Classica.

 

Condividi questo articolo
  • 52
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sotterraneo


Articolo precedente Articolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cancella Pubblica il commento

keyboard_arrow_up