menu Menu
Laboratorio gratuito di giornalismo per Epica Festival, a Bologna
di Altre Velocità pubblicato in Notizie e agenda il 17 Maggio 2021 0 commenti 3 minuti di lettura
La nostra ultima intervista a Giuliano Scabia Articolo precedente "La drammaturgia è nuova solo quando è verticale". Intervista a Fabio Pisano Articolo successivo

Altre Velocità apre una chiamata pubblica per un laboratorio gratuito di critica e giornalismo in occasione di Epica Festival (Bologna, 2-6 giugno e 15-16 giugno 2021, direzione artistica di Elena Di Gioia). Invitiamo giovani spettatori e spettatrici a prendere parte a un percorso pratico con l’obiettivo di trasformare le visioni in narrazione, mettendo a fuoco strumenti e possibilità del giornalismo partecipato, sperimentando la narrazione transmediale e le potenzialità dei social media.

Il laboratorio si svolgerà sul campo durante i giorni di festival, allestendo una redazione temporanea che si incontrerà a cadenza quotidiana, ed è aperto a giovani tra i 20 e i 35 anni interessati alla comunicazione, al giornalismo, alle arti e al teatro, che abbiano il desiderio di praticare un’osservazione “partecipante” e di svolgere un’esperienza attiva e intensiva nel campo del giornalismo culturale.

Ai partecipanti al laboratorio sarà richiesto di raccontare il festival attraverso testi scritti, podcast e servizi video e di rivolgersi agli spettatori del festival ma pensando anche ai pubblici connessi e mantenendo un’ampia varietà di forme per la produzione di contenuti quali interviste agli artisti, recensioni, approfondimenti, eccetera.

Tutti i lavori verranno pubblicati in un sito web dedicato e sui canali social di Altre Velocità e di Epica Festival. Oltre al lavoro pratico, i coordinatori del laboratorio si occuperanno di alcuni momenti di natura più teorica volti a qualificare gli sguardi e il lavoro sul campo dei partecipanti.

Il laboratorio è gratuito e aperto a un numero massimo di 6 persone dai 20 ai 35 anni, che godranno degli accrediti per tutti gli spettacoli in programma al festival.

Come candidarsi

Per candidarsi a partecipare, occorre inviare una mail a laboratori.altrevelocita@gmail.com contenente il proprio curriculum vitae e un articolo già pubblicato altrove, preferibilmente di argomento culturale.

Le domande dovranno prevenire entro martedì 25 maggio 2021 alle ore 20. Tutti i candidati riceveranno comunicazione sull’accoglimento o meno della loro candidatura entro mercoledì 26 maggio 2021.

Date, orari e luogo di lavoro

  • Primo incontro per reciproca conoscenza, organizzazione del lavoro e intervista alla direttrice artistica: giovedì 27 maggio, ore 14 nella sede di Altre Velocità (Via Polese 40, Bologna)
  • Secondo incontro operativo: martedì 1° giugno, dalle ore 14 alle ore 18, nella sede di Altre Velocità (Via Polese 40, Bologna)
  • Giornate di lavoro pratico sul campo: dal 2 al 6 giugno, dalle ore 10 alle 23 (inclusa la visione degli spettacoli in programma), nei locali di Villa Salina Malpighi a Bologna.

Coordinatori

Il laboratorio sarà condotto e coordinato da Alex Giuzio e Lucia Oliva di Altre Velocità.

Alex Giuzio, giornalista, fa parte del gruppo Altre Velocità dal 2012, dove si occupa di critica teatrale, educazione allo sguardo e laboratori avanzati di giornalismo, critica e comunicazione. Nel 2014 ha iniziato a collaborare con le riviste di Goffredo Fofi Lo straniero (fino alla chiusura nel 2017) e Gli asini, in cui scrive di ambiente ed ecologia. Ha curato e tradotto un’antologia di Antonin Artaud (Il teatro e la crudeltà, Edizioni E/O, 2019) e ha fondato a Cervia “Drammi collaterali”, una rassegna biennale di teatro e arti visive di cui è stato direttore artistico e organizzativo dal 2013 al 2017.

Lucia Oliva, esperta e appassionata di danza, dopo essersi laureata con una tesi sulla coreografa Meg Stuart, ha proseguito il suo percorso accademico con un dottorato di ricerca su William Forsythe. Dal 2006 per Altre Velocità cura e coordina redazioni giornalistiche che nascono attorno ai festival più importanti in Italia. Ha condotto numerosi incontri con registi e artisti presso i teatri di Emilia Romagna Teatro Fondazione e dal 2012 conduce laboratori di educazione allo sguardo insieme allo staff di Altre Velocità.

Per approfondire

Condividi questo articolo
  • 198
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Articolo precedente Articolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cancella Invia commento

keyboard_arrow_up