altrevelocita-logo-nero
adotta un règaz

Adotta un règaz. Uno scambio culturale tra ragazzi e ragazze di Bologna e Reggio Emilia

di Altre Velocità

Adotta un règaz nasce dalla collaborazione tra Altre Velocità, ERT Fondazione e I Teatri di Reggio Emilia e consiste in uno scambio culturale tra ragazzi e ragazze, provenienti dalle città in cui operano le istituzioni teatrali coinvolte. Funziona come un qualsiasi scambio: i ragazzi vanno in visita in un’altra città, godendo vicendevolmente dell’ospitalità di una delle famiglie dei ragazzi aderenti all’iniziativa. Al centro dello scambio c’è un appuntamento a teatro e uno spettacolo da vedere insieme ai coetanei ospiti. Ogni gruppo è accompagnato da Altre Velocità a percepirsi nucleo redazionale: a tal fine i ragazzi saranno condotti a ragionare e ad approfondire i temi, i linguaggi e le estetiche dello spettacolo, concretizzando il tutto attraverso la scrittura o forme transmediali di racconto su un blog dedicato, arrivando a comporre un diario collettivo delle loro esperienze di visione. Ma non solo: il gruppo ospitante dovrà imbastire una guida locale, mostrando i luoghi simbolo della propria città natale, così come quelli legati alle occasioni di socializzazione e ritrovo giovanile. Lo scambio prevede insomma che a turno i due componenti della coppia si “adottino” a vicenda, ospitandosi per alcuni giorni. Le esperienze proposte saranno mediate nell’incontro tra pari, secondo la filosofia della peer education, per cui andare a teatro e scoprire una città diventano attività non solo culturali, ma anche profondamente formative come crescita personale, maturata senza filtri. Altre Velocità collaborando con realtà affini e radicate nelle varie città interessate, incentiverà la realizzazione di una rete educativa tra chi si occupa di teatro, i ragazzi e le ragazze partecipanti e le loro famiglie, garantendo che gli scambi siano sempre sicuri e proficui.

Quando: dal 4 novembre al 19 novembre

Per info: educazione.altrevelocità@gmail.com _ mob: 347 4594481

Il progetto è stato realizzato nell’ambito de La scena che educa | rete di scopo teatrale

L'autore

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

articoli recenti

Ciao Alessandra

Nella notte fra il 16 e il 17 maggio si è spenta a 65 anni

questo articolo è di

Iscriviti alla nostra newsletter

Inviamo una mail al mese con una selezione di contenuti editoriali sul mondo del teatro, curati da Altre Velocità.