menu Menu

Lo sguardo divergente

L’esperienza dello sguardo, quando siamo di fronte al teatro musicale, incontra la letteratura e i romanzi per ragazzi e giovani adulti diventano strumento di rilancio che parte dalla visione per arrivare altrove. Un percorso che, partendo da una propedeutica alla visione specifica del teatro musicale, accende una nuova consapevolezza del nostro essere spettatori a teatro e arriva a ragionare sull’immaginario aprendo nuove finestre su possibili letture che possano creare nuovi e sempre affascinanti cortocircuiti.

Partendo dal presupposto che l’esperienza musicale è anche un’esperienza sinestetica, e che il teatro musicale in particolare è in grado di porsi come luogo di confluenza di diverse arti, il percorso Lo sguardo divergente mette al centro il rapporto fra segno e suono. L’esperienza del teatro musicale incrocia alcuni “nodi” a un tempo teorici e concretissimi: lo spazio, il corpo, la musica, la visione. Al centro degli incontri si alternano cenni storici, frammenti di opere da visionare attraverso materiali audiovisivi, brevi esercitazioni pratiche e altre “interrogazioni” da condurre in maniera collaborativa, così da giungere al termine di ogni incontro all’acquisizione di frammenti di conoscenza condivisa da mettere poi in pratica durante la visione.

Partner con cui è stato realizzato il progetto

Teatro Comunale di Bologna, Hamelin Associazione Culturale (Bologna)


Articoli più recenti Articoli meno recenti

keyboard_arrow_up