menu Menu
Lo sguardo in marcia al Festival delle Esperidi

Partendo dalle esperienze messe in atto dal Giardino delle Esperidi di Campsirago, una riflessione sulla dimensione teatrale e performativa atavica, ma ad oggi profondamente innovatrice.

A volte, quando si scopre un luogo, con meraviglia si dice: “Che splendido paesaggio, è un teatro naturale”. Stupore e attrattiva nei confronti della natura risvegliano nell’osservatore immagini dei trompe-l’œil teatrali della dinastia dei Bibiena, dei campi lunghi di certe produzioni cinematografiche, o ancora le acustiche incredibili di teatri ormai in rovina. Forte rimane un […]

di Francesco Brusa Camilla Fava Pubblicato in Recensioni il 3 agosto 2018 12 minuti di lettura Continua a leggere

Pagina precedente Prossima pagina

keyboard_arrow_up