Email Facebook Twitter
NEWS

26/04/2018
Osservatorio sul festival Ipercorpo: aperte le iscrizioni


20/03/2018
Direction Under 30: aperto il bando per candidarsi


20/03/2018
Planetarium ai festival di teatro-ragazzi


19/03/2018
Teatro e giovani generazioni: un incontro-dibattito a Castelfiorentino


10/11/2017
Performing Gender: gran finale a Bologna


08/11/2017
Master in Imprenditoria dello spettacolo 17-18, Università di Bologna


07/11/2017
Con occhi nudi: un itinerario al femminile


05/11/2017
Lettera 22. Premio giornalistico nazionale di critica teatrale under 36


04/09/2017
Cornice Aperta. Aperitivo con gli artisti del Festival Danza Urbana


19/05/2017
Maggio all'infanzia, dal 17 al 21 maggio a Bari


04/05/2017
Ivrea Cinquanta – Mezzo secolo di Nuovo Teatro in Italia 1967 – 2017. Genova, 5-7 maggio


29/03/2017
Un teatro in mezzo ai campi: 8 aprile con le Ariette


24/03/2017
''La formazione del nuovo pubblico'': un convegno sabato 25 marzo ad Albenga


28/02/2017
“Comizi d’amore”, open call per registi/drammaturghi e attori under 35 di Kepler-452


11/01/2017
La cultura nell'economia italiana: il 13 gennaio un convegno a Bologna


05/12/2016
Impertinente Festival: il teatro di figura a Parma, dal 7 all'11 dicembre


07/10/2016
Master in imprenditoria dello spettacolo, Bologna, anno accademico 2016-2017


23/09/2016
Infanzia e città a Pistoia, dal 24 settembre al 5 novembre 2016


03/09/2016
Dalla Cultura alla Scuola: ''Cosa abbiamo in Comune'', il 7 settembre a Bologna


31/08/2016
Electro Camp – International Platform for New Sounds and Dance, a Forte Marghera dal 7 all'11 settembre


TWITTER

Download pdf


Ballo letterario, capitolo 462: ''Voglio vederti danzare''



La stagione teatrale Agorà '17/'18 dell'Unione Reno Galliera, associazione di comuni a pochi chilometri da Bologna, è da poco giunta al termine della sua seconda edizione. Agorà (curata da Elena Di Gioia e prodotta dall'Associazione Liberty) si è conclusa sabato 26 maggio 2018 con un evento circoscritto all'hic et nunc di uno spazio suggestivo come il parco delle ex scuderie di Villa Talon (Volta Reno, frazione di Argelato). L'evento in questione, svoltosi in un'unica data, è stato il 462° Bal littéraire al mondo.
Ma cos'è un “ballo letterario”? È un gioco, una festa, un momento di confronto e una sfida contro il tempo per gli autori che vi partecipano. Le regole sono semplici: ci si incontra il giorno prima con l'intento di scrivere un testo a più mani alternando parole e musica, si compone una lista di dieci brani musicali conosciuti e un testo originale suddiviso in altrettanti episodi; la fine di ogni episodio deve però contenere il titolo della canzone che sarà ascoltata successivamente. Il Ballo letterario diventa dunque un esperimento di scrittura collettiva e lettura pubblica, una mise en éspace in cui gli stessi autori leggono e interpretano ciò che hanno prodotto nel giro di 24 ore. Tra un testo e l'altro, sulle note dei brani scelti, il pubblico è invitato a prendere parte a questa celebrazione – a questo rito – scendendo in pista per ballare sotto la luna.
I protagonisti della serata, insieme al pubblico danzante, sono Fabrice Melquiot (drammaturgo e regista, nonché ideatore del Bal littéraire), Paolo Nori (scrittore e traduttore), Marco Martinelli (autore e regista del Teatro delle Albe), Magdalena Barile (autrice teatrale e televisiva) e Nicola Borghesi (autore e regista della compagnia Kepler-452). Martinelli, a causa di un precedente infortunio, è però «presente soltanto in assenza» – di lui aleggia il “fantasma”, come raccontano gli altri all'inizio – e la sua voce riecheggia attraverso le lettere consegnate al microfono da Alessandro Argnani (attore delle Albe e neo direttore di Ravenna Teatro). A questi si aggiunge anche la partecipazione di Carolina Talon Sampieri, che accompagna Melquiot durante alcuni episodi.
I quattro autori presenti sviluppano un racconto a partire dal loro arrivo a Villa Talon, fino a trasformare se stessi nei protagonisti di una storia divertente e surreale. Lontani dalla città entrano in contatto con la natura, con un tempo che si dilata all'infinito. Nutrirsi soltanto di «wafer e ciliegie» porta i nostri eroi a isolarsi sempre più dal mondo, a perdere ogni connessione con gli altri, ogni legame con la vita di prima. Ispirato dai versi di Guido Gozzano: «Socchiusi gli occhi, sto / supino nel trifoglio, / e vedo un quadrifoglio / che non raccoglierò» (da La via del rifugio), il gruppo dà vita a un nuovo movimento, partito proprio da Villa Talon, quello dell'Inutilismo. Tra loro si chiamano “compagni” e puntano, come massima aspirazione, a restarsene sdraiati sull'erba e a non raccogliere quadrifogli. Così gli autori, ormai personaggi, descrivono la creazione di un ironico decalogo in otto punti (perché completarlo lo avrebbe reso fin troppo utile), vessillo della più nobile battaglia, quella più inutile di tutte: battersi per non tornare all'attività produttiva. Gli inutilisti non hanno alcuna aspirazione se non compiere azioni futili come cercare di impennare con un trattore (Nori) o avviare un workshop di danza a cui non si accettano iscritti (Melquiot).
Immersi in un paesaggio ameno, gli spettatori si ritrovano a danzare sul prato: ci sono coppie, anime scatenate e famiglie con bambini vibranti della stessa aria frizzante che anima il monumentale parco tutt'intorno. L'odore dell'erba calpestata si attenua solo nel momento in cui risuonano le note di Bella ciao, il pubblico rimane seduto, come in contemplazione, cedendo il passo alle falene.

Marzio Badalì



La playlist di questo Ballo letterario

1. Max Gazzè – Ti sembra normale
2. Lo Stato Sociale – Una vita in vacanza
3. Franco Battiato – Centro di gravità permanente
4. Baccara – Yes sir, I can boogie
5. Bella ciao (purtroppo non sono riuscito a riconoscere l'interprete di questa versione)
6. Donatella Rettore – Lamette
7. Sud sound system – Le radici ca tieni
8. Enzo Jannacci – Silvano
9. Abba – Mamma mia
10. Bob Dylan – I want you

           

FESTIVAL

marzo-maggio 2018
Planetarium
Osservatorio sul teatro ragazzi

14 - 22 ottobre 2017
Vie Festival 2017
Laboratorio di critica e giornalismo

giugno 2017
Futuri Maestri
Laboratorio Futuri giornalisti

28-31 ottobre 2016
Crisalide
Perché passi un po' di caos libero e ventoso

ottobre 2016
Vie Festival 2016
Arti sceniche internazionali e italiane

22 settembre - 2 ottobre 2016
Contemporanea Festival 2016
Le arti della scena

ottobre 2015
Vie Festival 2015
Arti sceniche internazionali e italiane

1-4 ottobre 2015
Crisalide
Non è successo niente, è ciò che stiamo diventando

25 settembre - 4 ottobre 2015
Contemporanea Festival 2015
Le arti della scena

Febbraio - aprile 2015
Nelle pieghe del Corpo
Virgilio Sieni, Bologna

ottobre 2014 - marzo 2015
Festival Focus Jelinek
Festival per città

9-25 ottobre 2014
Vie Festival 2014 Modena___Emilia
Arti sceniche internazionali

10 - 20 luglio 2014
Santarcangelo · 14
Festival internazionale del teatro in piazza

12 - 21 luglio 2013
Santarcangelo · 13
Festival Internazionale del Teatro in Piazza

aprile 2013
Pinocchio della non-scuola
Immagini a cura di Osservatorio Fotografico, note a margine su Pinocchio

5-13 ottobre 2012
Tempo Reale Festival
Ricerche musicali contemporanee

14 - 23 luglio 2012
SANTARCANGELO •12
Festival internazionale del teatro in piazza

Primavera 2012
Vie Scena Contemporanea Festival
Arti sceniche internazionali

Marzo 2012
BilBolbul 2012
fumetto, illustrazione, disegno

ottobre 2011
Vie Scena Contemporanea Festival
Teatro internazionale a Modena, Carpi, Vignola e limitrofi

Settembre 2011
Arca Puccini - Musica per combinazione
Rock indipendente italiano e internazionale