HOME | CHI SIAMO | COMPAGNIE | COLLABORAZIONI | LINK
Email Facebook Twitter
NEWS

29/03/2017
Un teatro in mezzo ai campi: 8 aprile con le Ariette


24/03/2017
''La formazione del nuovo pubblico'': un convegno sabato 25 marzo ad Albenga


28/02/2017
“Comizi d’amore”, open call per registi/drammaturghi e attori under 35 di Kepler-452


11/01/2017
La cultura nell'economia italiana: il 13 gennaio un convegno a Bologna


05/12/2016
Impertinente Festival: il teatro di figura a Parma, dal 7 all'11 dicembre


07/10/2016
Master in imprenditoria dello spettacolo, Bologna, anno accademico 2016-2017


23/09/2016
Infanzia e città a Pistoia, dal 24 settembre al 5 novembre 2016


03/09/2016
Dalla Cultura alla Scuola: ''Cosa abbiamo in Comune'', il 7 settembre a Bologna


31/08/2016
Electro Camp – International Platform for New Sounds and Dance, a Forte Marghera dal 7 all'11 settembre


26/07/2016
Sulla scena. Gli Asini n. 33-34, maggio/agosto 2016


07/07/2016
Il convegno ''Performing, Writing'': Wellington, Nuova Zelanda, marzo 2017


09/06/2016
La Meglio Gioventù: il centro estivo e i laboratori di Angelo Mai e Teatro delle Albe


01/06/2016
La letteratura per ragazzi e l’albo illustrato: tre giorni a cura di Hamelin, 24-26 giugno a Monte Sole


25/05/2016
Praxis scuola di filosofia, “Tecnica e vita”, 28-29-30 luglio 2016, Forlì


11/05/2016
Il Play Fight Camp di Bruno Caverna, un corso residenziale dal 19 al 29 giugno ad Arezzo


06/05/2016
La ''Giornata del Funaro per il Teatro'' e l'apertura dell'Archivio Teatrale Andres Neumann. 7 maggio 2016 a Pistoia


05/05/2016
Patahappening: il Patalogo, il teatro, l'editoria. 11 maggio 2016 a Bologna


22/04/2016
"Per un teatro d’impresa", un corso sull'organizzazione dello spettacolo dal vivo. Teatro dell’Orologio, novembre 2016 - maggio 2017


16/04/2016
"One Step Beyond: Inter-cultural dialogue": call per performance per il 19° Congresso mondiale dell'Assitej, Città del Capo, 17-27 maggio 2017


09/04/2016
Costruire un corpo che danza: un ciclo di seminari intensivi sul movimento a Tuscania, dal 12 luglio al 20 agosto 2016


TWITTER

Download pdf


Baci dalla provincia. Notizie teatrali dal mondo, gennaio 2017

Ogni mese, la nostra rubrica Notizie teatrali dal mondo prova a indagare, in modo sintetico e senza pretese di esaustività, lo “stato generale” delle pratiche teatrali a livello internazionale raccogliendo notizie dalle scene di vari paesi prestando attenzione sia a eventi più “istituzionali” che a esperienze marginalmente significative, nella speranza che aprano brecce su mondi e contesti spesso a noi poco conosciuti.


Michele Austin, Trevor White e Sara Stewart in What Am I? di Lily Bevan, parte del mini-festival londinese "Top Trumps". Ph. Tristram Kenton per The Guardian



Effetto Trump

Dopo una contestazione diretta da parte di alcuni attori dal palco di Broadway (che avevamo raccontato qui), negli Stati Uniti l'elezione di Donald Trump sta generando anche una forte reazione “artistica” nell'ambiente teatrale e si stanno moltiplicando le opere che cercano di affrontare i recenti eventi politici del paese. Fra queste, lo spettacolo Building the wall (Costruire il muro) del drammaturgo vincitore del premio Pulitzer Robert Schenkkan e la messa in scena di 1984 di Orwell da parte di Robert Icke e Duncan MacMillan.

> Per approfondire:
Onstage, Rapidly Reacting to the Dawn of the Trump Era (da The New York Times, in inglese)
‘1984,’ the Hot Book of the Trump Era, Is Coming to Broadway (da The New York Times, in inglese)
 

La sala indipendente Theater 503 di Londra ha mandato in scena nella serata del 21 gennaio un “mini-festival” teatrale interamente dedicato alla recente elezione di Donald Trump (in concomitanza con l'inaugurazione alla presidenza di quest'ultimo). L'evento è consistito in quattro brevi performance (anche se originariamente dovevano essere di più) che tentano di analizzare ragioni e convinzioni degli elettori del neopresidente americano.

> Per approfondire:
Top Trumps review – 12 playwrights get to grips with new president (da The Guardian, in inglese)


 

Liste nere

In Corea del Sud (la cui presidentessa Park Geun-hye è attualmente sospesa dai propri poteri e sotto impeachment) ha creato scalpore la rivelazione dell'esistenza di una “lista nera” dove venivano indicati migliaia di artisti (tra cui anche attori e registi teatrali) da escludere dai finanziamenti statali, quando non da ostacolare con altri mezzi, per via della loro posizione “non allineata” con il governo. L'ex-ministra della Cultura Cho Yoon-sun e il capo di gabinetto Kim-Ki-choon sono sotto processo, accusati relativamente di aver ideato la lista e di averla fortemente appoggiata.

> Per approfondire:
South Korea’s Blacklist of Artists Adds to Outrage Over Presidential Scandal (da The New York Times, in inglese)



 

Underground

A Madrid si è celebrata la seconda edizione dei "Godoff", premi dedicati a spettacoli di danza e teatro del circuito alternativo. Nelle parole di Alvaro Vicente, direttore della rivista critica Godot che organizza le premiazioni, ci sono stati numerosi segnali positivi in quanto la cerimonia è riuscita a passare dall'ambiente piccolo e informale della prima edizione a una sala di maggiori dimensioni a conferma che «l'iniziativa sta crescendo» e che «il teatro off non è solo un'anticamera verso i palchi più ufficiali ma produce spettacoli di qualità».

> Per approfindire:
Il sito ufficiale dei premi Godoff (in spagnolo)
La escena ‘off’ se premia (da El Paìs, in spagnolo)

 

 

Nuove politiche

In Inghilterra "Equity", unione sindacale dedicata a danzatori e coreografi, ha annunciato la messa a punto di un nuova politica per migliorare stipendi e condizioni di lavoro dei professionisti del settore, che viene definita “rivoluzionario”. Lo schema di retribuzione è stato finora adottato dall'agenzia DanceEast, ma la speranza dei suoi creatori è che possa espandersi ad altre compagnie e produzioni.

> Per approfondire:
Equity launches ‘groundbreaking’ pay policy for dancers (da BBC, in inglese)

 

Questioni di genere

In Inghilterra il Tonic Theater (di cui avevamo parlato qui) lancerà a marzo un premio dedicato alle “conquiste di donne che stanno cambiando l'industria teatrale” così come ai “progetti che stanno ridefinendo il ruolo della donna nelle arti performative”.

> Per approfondire:
Tonic Awards to celebrate women in theatre (da The Stage, in inglese)


Praticamente in concomitanza con le polemiche nostrane su Fa'afafine, il teatro Yvonne Arnaud di Guildford ha subito numerose critiche per l'apposizione di un limite d'età alla visione di una versione di Sogno di una notte di mezza estate in cui il personaggio Lisandro viene interpretato da un'attrice femminile ed è pertanto al centro di una relazione sentimentale omosessuale. Alcune scolaresche hanno cancellato la loro partecipazione allo spettacolo mentre il gesto di indicare una restrizione d'età è stato bollato da alcuni come 'omofobico' e ha spinto il teatro a tornare sui propri passi.

> Per approfondire:
‘Homophobia’ criticisms prompt Yvonne Arnaud Theatre U-turn (da The Stage, in inglese)
 

di Francesco Brusa
 

IMMAGINI